top of page
Search
  • _

I cachi


Conosciuti anche con il nome di “loti”

La parte commestibile rappresenta c. il 97 % del frutto e la fibra il 2,5% e sono molto ricchi soprattutto di vitamina A (237 mcg/100 g), ma anche di vitamina C (23 mg/100 g) e potassio (170 mg/100 g).

I cachi vanno mangiati solo quando raggiungono il giusto livello di maturazione e risultano morbidi al tatto: la sensazione che lascia in bocca il frutto ancora acerbo è dovuta all'elevata presenza di tannini; volendo accelerarne la maturazione possiamo conservarli insieme alle mele, in grado di favorirla perché producono etilene. Il caco vaniglia o caco mela, a differenza del caco comune, ha un minore contenuto di tannini perciò risulta dolce anche se ancora sodo.



Coppette ai cachi (per 4 persone)

Frullate la polpa di 4 cachi con 1 bicchierino di sciroppo d'acero fino ad ottenere un composto omogeneo; fate raffreddare in frigorifero per almeno 2 ore.

Distribuite in 4 coppette e decorate con scorze d'arancia a julienne e qualche lingua di gatto.

Dessert ricco degli zuccheri naturalmente presenti nel frutto ma con quantità minime di zuccheri aggiunti (gli zuccheri presenti nello sciroppo d'acero, che è tuttavia in piccola quantità), ricco di vitamine, sali minerali e fibre e povero di grassi (quelli contenuti nelle lingue di gatto); ideale quando ci si vuole concedere un dessert a fine pasto o per la merenda (se vogliamo renderlo ancora più leggero possiamo eliminate le lingue di gatto).



Crema di cachi con cioccolato (per 4 persone)

Frullate la polpa di 3 cachi con 1 C di zucchero di canna e 1 C di liquore alla vaniglia (o 1 C di zucchero vanigliato) fino ad ottenere un composto omogeneo.

Montate 1 albume a neve con 1 pizzico di sale e  amalgamate con la frusta elettrica 150 g di yogurt intero al naturale e 50  g di zucchero a velo; amalgamate il composto di yogurt con la crema di cachi e infine aggiungete l'albume a neve.

Grattugiate grossolanamente 100 g di cioccolato fondente; distribuite in 4 bicchieri 1 strato sottile di cioccolato, la crema di cachi e infine decorate con il cioccolato rimasto. Fate raffreddare in frigorifero.

Ideale come dessert a fine pasto o, per i bambini e per chi non ha problemi di sovrappeso ed ha uno stile di vita attivo, come merenda sfiziosa.

1 view1 comment

Recent Posts

See All

Il Tarassaco, Taraxacum (dal greco tarasso, sanare, guarire, per le proprietà salutari) officinale o Taraxacum dens leonis, chiamato comunemente anche Dente di leone o Piscialetto, è utilizzato in fit

bottom of page