Gli agretti
Dr.ssa Michela Barducco - Dietista - Alimentazione e trattamenti naturali
RSS

Articoli recenti

Fiori di Bach per i piĆ¹ piccoli
Il Tarassaco in Fitoterapia
LA SALVIA
PORRIDGE RAPIDO IN BARATTOLO
L'olio di oliva

Categorie

Alimentazione e attività fisica
Conoscere gli alimenti
Cucina dietetica
Disturbi del comportamento alimentare: Anoressia e Bulimia Nervosa, Disturbi Alimentari Atipici
Linee Guida per una sana alimentazione
Risposte alle domande frequenti
Sovrappeso e obesità
Trattamenti naturali
powered by

Il mio blog

Gli agretti

Gli agretti o barba di frate (conosciuti anche come senape dei monaci) hanno un apporto calorico molto basso (17 kcal/100 g) e sono quindi particolarmente indicati per chi segue una dieta ipocalorica
Sono un'ottima fonte di vit. C (24 mg/100 g), che viene tuttavia in gran parte deteriorata dalla cottura, e di fibre (2,3 g/100 g), soprattutto insolubili (1,85 g/100 g) ma anche solubili (0,38 g/100 g): grazie alle fibre gli agretti hanno un buon effetto saziante e sono particolarmente indicate per chi deve tenere sotto controllo il peso, per chi soffre di stipsi, diabete e dislipidemia.
Gli agretti contengono anche vit. A (392 mcg/100 g), ferro (1,2 mg/100 g), calcio (131 mg/100 g) e fosforo (34 mg/100 g).
La barba di frate si presta ad essere consumata semplicemente come contorno (lessata o cotta al vapore e condita con olio e aceto o succo di limone o acidulato di umeboshi) oppure può entrare nella preparazione di primi piatti, paste ripiene e ripieni in genere e frittate (meglio se cotte al forno!).

 Agretti al limone (per 1 porzione)
Fate lessare in acqua salata per c. 5' 1 mazzetto di agretti e conditeli con il succo di mezzo limone, 1 c di olio (se vi piace aromatizzato all'aglio), la scorza di 1 limone non trattato grattugiata (solo la parte gialla, altrimenti risulta amara) e 1 pizzico di sale.
Assistente di creazione sito web fornito da Vistaprint